Aia del Tufo » Territorio

Territorio

LE CITTA’ DEL TUFO IN MAREMMMA TOSCANA

SORANO

BANDIERA ARANCIONE TCI MARCHIO DI QUALITA’ AMBIENTALE

Sorano-con-Masso-Leopoldino-1021x580Sorano con Pitigliano e Sovana,  è una delle  città del tufo della Maremma collinare fregiata della bandiera arancione per la qualità ambientale dal Touring Club Italiano.  La rupe del centro storico ha una conformazione raccolta e intima, passeggiare per i vicoli del borgo di Sorano è davvero emozionante, si ritorna agli antichi splendori della città medioevale ci si immerge in un silenzio irreale, una pace immersa nel verde.I vicoli si perdono in veri e propri dedali, con gallerie e scalinate da vertigine. Perdendovi tra i vicoli di Sorano incontrerete il Masso Leopoldino, antica rupe fortificata del ‘700; il Cortilone, vecchio granaio degli Orsini oggi adibito a spazio espositivo; la Chiesa di San Nicola, dove sono conservate le reliquie di Papa Giovanni Paolo II, offerte  dal cardinale soranese Angelo Comastri alla popolazione locale. I vicoli in discesa vi condurranno alla porta dei Merli, antica porta di accesso che unisce il paese alla valle del fiume Lente, dove gli Etruschi scavarono le monumentali “Vie Cave” Attraversato il fiume troverete l’accesso della Via Cava di San Carlo, della Via Cava di Laterini, e della Via Cava di San Rocco. Al di sopra del centro storico si erge e domina dall’alto la bellissima fortezza Orsini sotto di essa si estende un panorama incantato scavato nel tufo dall’antico fiume Lente.

SOVANA

UNO DEI 100 BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA

vsta-panormica sovanaUn piccolo paese ma ricco di storia dagli etruschi al medioevo, tanto da vantare il titolo di “regina della maremma” e non a caso è uno dei Borghi più bello di Italia.La zona era di fondamentale importanza per gli etruschi, che vicino al paese edificarono numerose vie cave oltre alla necropoli con le tombe rupestri più conosciute di tutta l’Etruria. A partire dal 900 d.C. Sovana diventò la capitale della contea degli Aldobrandeschi. A questi anni risale la costruzione del Duomo e della chiesa del Ciborio, veri e propri capolavori di arte romanica.L’abitato racchiude i simboli del potere sia spirituale che temporale, tra la Cattedrale e la rocca Aldobrandesca; superata la rocca, si entra nella piazza del pretorio sulla sinistra la chiesa di S. Maria, di fronte il Palazzetto dell’archivio. Sovana è il paese natale di Papa Gregorio VII passato alla storia per la pace di Canossa e la lotta alle investiture.Con l’arrivo della famiglia Orsini, intorno al 1300, il paese venne relegato a un ruolo marginale. Sovana  oggi è un piccolo mondo intatto con le case in tufo e la pavimentazione d’epoca, in cui è inevitabile farsi cogliere dalla suggestione dei fasti andati.

PITIGLIANO

LA PICCOLA GERUSALEMME

pitigliano (1)Arrivare in paese di notte è come entrare in punta di piedi in una fiaba.Il centro storico arroccato sullo sperone di tufo è uno dei panorami più suggestivi e fotografati di tutta la maremma toscana. I dintorni del paese furono abitati nel terzo millennio prima di cristo, come dimostrano l’insediamento protostorico di sorgenti della Nova e il cerchio di megaliti di poggio rota, l’unico “Stonehenge” ad oggi conosciuto in europa meridionale. Dopo la civiltà di rinaldone il paese conobbe un periodo di autentico fulgore con gli etruschi, che nel tufo delle vallate sottostanti aprirono i percorsi sacri oggi noti come ‘vie cave’ e costruirono necropoli sulle sponde del Lente e del Meleta. Nel IX secolo d.C. pitigliano diventò un possedimento della famiglia aldobrandeschi. Alla fine del 1200, dopo il matrimonio dell’ultima discendente di questa famiglia, anastasia, con il conte romano, il paese diventa la capitale del feudo degli orsini.In questi anni sono costruiti il giardino di poggio strozzoni e il palazzo di residenza della nobile famiglia, oggi curia vescovile pitigliano – sovana – orbetello. Il paese si estende su un costone tufaceo mettendo in mostra gli antichi splendori medievali con il suo acquedotto, la fortezza Ursinea, la cattedrale e le sue viuzze strette e caratteristiche. Pitigliano è anche soprannominata la piccola Gerusalemme per la sua storia di convivenza con la comunità ebraica a partire dal 1500, dopo la cacciata degli ebrei dallo stato pontificio. A questo periodo risalgono la costituzione del ghetto e  della sinagoga ebraica.

Itinerari

Cerchio megalitico di Poggio Rota-Pitigliano (GR)

A 15 chilometri dall’Agriturismo Aia del Tufo e a pochi minuti da Pitigliano c’è Poggio Rota, l’unico “stone circle” oggi esistente in Europa meridionale. Davvero un luogo di suggestioni rare e che fa misurare con l’intero cosmo. I megaliti di tufo furono disposti in circolo nel 2300 avanti Cristo per misurare lo scorrere del tempo […]

Di Eremi e di Eremiti

Ci sono città che appartengono agli uomini,  dove si curano affari terreni, e città di Dio (o di Dei), invisibili agli occhi, a cui  gente dalla forte tempra spirituale ha dedicato l’intera sua vita. Durante il Medioevo gran parte del centro Italia, dai Monti della Sibilla fino in Sabina, passando per  Umbria e Toscana  si […]

IL LAGO DI MEZZANO TRA NATURA E SACRALITA’

Il lago di Mezzano, tra natura e sacralità. L’area che si innalza attorno al bacino circolare del lago di Mezzano è situata a confine tra Lazio e Toscana, dove la Selva del Lamone si affaccia sulla Caldera di Latera. Un’oasi silenziosa di raro splendore, che racchiude numerose specie animali e vegetali (tra cui un esemplare […]

La selva del Lamone

Entrammo poi in una foresta tale, che ci smarrimmo. Annibal Caro. 1537. Il bosco del Lamone, esteso per 1800 ettari lungo il confine tra Lazio e Toscana, tra i territori di Farnese e Ischia di Castro,  rappresenta la selva “dantesca”  per eccellenza. Una macchia ostile, fatta di remote colate laviche e massi titanici tra cui si […]

La val d’orcia

La Val d’Orcia è stata iscritta dall’Unesco come zona paesaggistica patrimonio mondiale dell’umanità. Il suo paesaggio naturale è stato ridisegnato nel periodo rinascimentale per creare un’immagine esteticamente gradevole. Dolci colline in mezzo a oliveti, campi di grano, vigneti e cipressi. Una campagna incantevole costellata qua e là da stupende cittadine d’arte dalle tradizioni secolari. A […]

La via dei giardini

IL GIARDINO DEI TAROCCHI (Capalbio, 60 km dall’agriturismo): Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico composto da ciclopiche sculture, alte dai 12 ai 15 metri, raffiguranti i 22 arcani maggiori dei tarocchi che Niki de Saint Phalle ha creato sulla collina Garavicchio, nel comune di Capalbio. Il giardino è un vero e proprio museo […]

La via delle terme

ANTICHE TERME DI SORANO (tra Sorano e Pitigliano) L’acqua del tipo magnesio-calcica sgorga alle sorgenti ad una temperatura di 37,5° e le sue proprietà benefiche erano note fino dall’antichità ed oggi come allora è possibile immergervisi per bagni rilassanti. Si tratta di un centro termale privato, composto da una piscina termale con due cascate idromassaggio […]

Lago di Bolsena e l’isola Bisentina

IL LAGO DI BOLSENA ANTICO CENTRO DEL MONDO (25 km dall’Agriturismo Biologico Aia del Tufo) Tra tutti i laghi europei di origine vulcanica quello di Bolsena è il più esteso. Le potenti eruzioni, spesso caratterizzate da violente esplosioni all’interno delle molte bocche del complesso vulcanico Volsino hanno causato lo sprofondamento di un’area di 270 km, […]

Le vie cave tra Sorano, Sovana e Pitigliano

Parlare di civiltà Etrusca suscita all’istante un interesse per il mistero e un profondo desiderio di accedere a conoscenze arcane, purtroppo perdute. Generazioni di archeologi hanno contribuito a dissipare molti dubbi che già affascinavano gli storiografi greci e romani, e tuttavia restano ancora incerte le origini e le conoscenze degli Etruschi, popolo che amava la […]

PARCO ARCHEOLOGICO A SOVANA E SORANO

Il Parco Archeologico “Città del Tufo” offre al visitatore la possibilità di vedere ed interagire con un paesaggio rimasto intatto e caratterizzato dalla roccia vulcanica che da il nome al parco, incisa da profondi valloni, ricchi di vegetazione, dai quali emergono rupi isolate e assolate, spesso erose dagli agenti atmosferici con forme di singolare bellezza. […]

VITOZZA LA CITTA’ PERDUTA

INSEDIAMENTO RUPESTRE DI VITOZZA – LA CITTA’ PERDUTA (San Quirico di Sorano) 5 km dall’Agriturismo Biologico AIA DEL TUFO Monumento simbolo di questa civiltà del tufo è Vitozza che, con le sue oltre 200 grotte, è, oggi, uno dei più grandi centri rupestri dell’Italia centrale. Il paese conobbe il suo momento di massima fortuna tra il […]

keyboard_arrow_left Menu